Hinamatsuri il giorno delle bambine giapponesi

Una delle tante tradizioni giapponesi è la festa HinaMatsuri.

Nel paese del Sol Levante, il terzo giorno del terzo mese dell’anno, ovvero il 3 di marzo, si celebra la festa chiamata Hina-matsuri, cioè il giorno di festa delle bambine o il festival delle bambole.

È una ricorrenza molto importante ed a carattere familiare, dato che è festeggiata sia da grandi che da piccini.
Le protagoniste principali però sono le bambine, poiché in questo giorno i loro familiari pregano affinché vengano date alle giovani ragazze buona salute e bellezza.
Ma come avviene ciò? La tradizione impone la rappresentazione dell’antica corte imperiale attraverso delle bambole posizionate su una piattaforma gradinata con un tappeto rosso: sul primo gradino si collocano le bambole che rappresentano l’imperatore e l’imperatrice; nel secondo gradino ci sono tre dame di corte; nel terzo si trovano cinque musicisti, nel quarto ci sono due ministri: uno con sembianze anziane, l’altro giovane; nel quinto gradino trovano posto tre servitori di corte o samurai che proteggono l’imperatore e l’imperatrice e portano in mano un rastrello, una paletta e una scopa, le loro espressioni rappresentano pianto, riso e rabbia; nel sesto gradino ci sono gli oggetti che la corte usa all’interno del palazzo mentre nel settimo quelli che usa quando è lontana dal palazzo.

 

Si dice che queste bambole abbiano il potere di assorbire e trattenere la sfortuna dalle bambine.
È una tradizione molto antica, con cui si da il benvenuto alla primavera e infatti l’antico nome che designava questa festa è “Momo no Sekku” che significa festa dei peschi riferendosi a questo come il periodo di fioritura dei peschi.
Nel calendario giapponese, marzo è il mese con cui si chiude l’anno fiscale e scolastico, ed ecco che che anche lo sbocciare dei fiori di ciliegio assume un significato importante, che rappresenta la bellezza della natura, la rinascita e i nuovi inizi.

 

Un canto armonioso è dedicato a questo giorno di festa delle bambine lo si può ascoltare in questo video:

Lascia un commento